Sign in / Join

DALL'IMMAGINAZIONE ALLA REALTA'

E’ la natura come sempre ad essere l’opera d’arte migliore e le foto di questo stagno giapponese a Seki  ne sono la prova. Le guardi e ti sembra di ammirare un’opera di Monet.

Il laghetto si trova all’interno di  un santuario shintoista, il Nemichi, nella prefettura di Gifu. Un posto incontaminato che in modo impressionante ricorda la tela del grande impressionista francese.

Claude Monet era un impressionista, faceva parte della corrente francese che si sviluppo in Francia nella seconda metà dell’ottocento. Un nuovo modo di interpretare la luce e i colori, una tecnica veloce ed immediata basata sulle emozioni istantanee date dal piacere visivo. Tra i più grandi esponenti vi fu appunto Monet con la sua raccolta di più di 200 opere “Le ninfee” che ripercorrono ed indagano su come la qualità della luce possa avere un impatto sulle nostre percezioni e sulle nostre emozioni.

L’artista creò, nella sua tenuta di Giverny, un apposito giardino con il famoso stagno di ninfee per esprimere, nell’immediato, le sue emozioni su tela mentre studiava le proprie reazioni ai cambiamenti della luce.

Duecento anni dopo quelle immagini possono essere riammirate nell’isola nipponica, guardando l’acqua cristallina nelle sue sfumature, i pesci colorati, le piante e le inconfondibili ninfee la realtà supera l’immaginazione ricordandoci quanto la natura sia meravigliosa e come sappia stupirci con la sua bellezza.

AHEAD

Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche...

PROPONICI UN ARTICOLO O LASCIACI UN COMMENTO QUI SOTTO. PARTECIPA ANCHE TU!

Leave a reply

Powered by WishList Member - Membership Software

Continuando a navigare su questo sito, si accettano le condizioni sui Cookie. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close