Sign in / Join

UN GESTO SIMBOLICO

Il calcio mi piace, questo è indubbio, ho la mia squadra del cuore e tifo spudoratamente ma, obbiettivamente, più di una volta ho pensato che i cachet dei giocatori siano alti, altissimi ed è per questo che leggendo il giornale ho sorriso e approvato la scelta dell’allenatore del Lugano Paolo Tramezzani.

Il tecnico dopo la partita di domenica, nuovamente persa dalla sua squadra, si è infuriato e ha preso una decisione non comune. Il lunedì mattina, tutti, proprio tutti i giocatori hanno messo la sveglia alle 6 e sono andati in fabbrica.

“Li ho portati a vedere come lavora la gente comune e come deve sudarsi lo stipendio, molto più basso del loro, ogni mattina, senza scuse e con la propria fatica” queste le parole di Tramezzani.

Un gesto simbolico per risvegliare la sua squadra e per far capire che anche se si è dei privilegiati bisogna lavorare e impegnarsi comunque, senza scuse e senza demotivarsi.

Non so quanti giocatori sarebbero in grado di sopportare i turni di una fabbrica e i pochi euro guadagnati a fine mese ma quello che so è che devono essere grati per il talento che hanno e per la fortuna di poter fare il lavoro che amano e che li rende degli idoli per molti ragazzi. E' proprio per questo motivo che loro, soprattutto loro, devono essere un esempio. Un esempio di grinta, di determinazione e di impegno, un esempio di lealtà verso i tifosi e verso se stessi.

Loro che hanno tutto devono saper dimostrare che quel tutto si raggiunge con la fatica e che nulla nella vita è regalato ma che ogni obiettivo deve essere conquistato con il sudore e con il proprio impegno… sempre e comunque anche se si è un giocatore famoso!

Bravo Tramezzani, hai dato un bell’esempio a tutti!

Buona giornata

AHEAD

Entra e Iscriviti nell'Elite Club di AHEAD!

Se hai letto questo articolo ti potrebbero interessare anche...

PROPONICI UN ARTICOLO O LASCIACI UN COMMENTO QUI SOTTO. PARTECIPA ANCHE TU!

Leave a reply

Powered by WishList Member - Membership Software

Continuando a navigare su questo sito, si accettano le condizioni sui Cookie. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close